In evidenza

image

La domenica sera la s. Messa delle ore 19  viene celebrata a Santa Maria dei pellegrini all’aperto

via Bernardo Pasquini 34

________________________________________________________________

Ascolta! Gesù parla

 

al tuo cuore e dona il Suo Spirito

 

Omelia del 12 luglio 2020

image

Il seme
Il Vangelo di questa domenica narra di Gesù che, uscendo di casa, sedette e predicò sulla riva del mare ad una folla enorme: la parabola del seminatore. Predica dalla barca perché la barca, per i padri apostolici, è la Chiesa. La Chiesa è – o spesso meglio dire dovrebbe essere – la “predica” di Dio al mondo: Gesù predica nella e dalla “barca di Pietro”, Gesù predica nella e dalla Chiesa… Lui stesso è seminatore uscito per seminare la Parola di Dio, ma lui stesso è il Seme che Dio ha mandato nel mondo: messaggero e messaggio Lui stesso del Padre. Noi siamo seme per la nostra testimonianza, come Lui… E, il seme, per germogliare, crescere e dare frutto deve morire, deve diventare un tutt’uno con la terra… Allora la Parola di Dio è viva, come dice la prima lettura (Is 55,10-11), Lui la manda e ha sicuramente effetto! Come il seme che il seminatore sparge con generosità… La Parola di Dio è perciò un seme vero e proprio, non solo una pulce nell’orecchio, perché il Verbo Dio, Gesù parola del Dio vivente: è morto su questa terra, facendo nascere una vita nuova nella terra stessa e il frutto della resurrezione. L’evangelizzazione ci richiede sempre questo essere nella terra! Questo morire per la terra!

La terra, quella buona
Ma come ricevere questo seme della Parola di Dio senza sprecarlo? Prima di ogni modo di pregare e riflettere sulla Parola di Dio, bisogna essere, come dice il Vangelo (in greco): <<terra, quella buona>>. E, se abbiamo a che fare un po’ con un orto o un giardino, la terra buona è quella fertilizzata, quella che è mischiata nello stabbio, quella che – in qualche modo ci siamo capiti – non manda il “buon odore”… Allora, intanto bisogna essere uomini e donne della terra, ed essere terra quella buona. Non basta essere terra ma essere terra quella buona. L’essere fertili, perché la Parola di Dio ci salvi, cambi la nostra vita e quella del prossimo: richiede il processo della concimazione. La parola umiltà è declinata anche da humus, terra… L’umile, prima di essere sinonimo di mitezza e dei suoi simili – disse Papa Francesco ad una messa a s. Marta – è colui o colei che è umiliato e umiliata dalla vita: gli altri, le situazioni, le malattie e, quanto altro, ci butta “a terra”, ci rende un tutt’uno con la terra… È l’umiliazione. Umile è chi porta in se l’umiliazione. E più la vita ci umilia, più – detto con parole più raffinate – ci sentiamo nello “stabbio”… Ecco perché San Paolo nella secondo lettura di oggi arriva a dire: <<la creazione infatti è stata sottoposta alla caducità… La creazione geme e soffre le doglie del parto… Gemiamo interiormente aspettando….>>… In questo senso diventiamo terra, quella buona, perché la vita ci “fertilizza” con le umiliazioni; altre volte siamo chiamati noi stessi ad essere disponibili a diventare terra, quella buona, facendo scelte di vita.

Chi ha orecchi ascolti
Dunque l’ascolto e la lettura della Parola di Dio, non sono solo un fatto umano, ma è Dio che fa… La Parola di Dio agisce comunque, sta a noi essere terreno fertile… Sta a noi scegliere una vita di “ascolto” della parola di Dio e di capirla non soltanto con la testa ma anche con il cuore: sapendo che quando leggiamo o ascoltiamo già opera dentro di noi e nel nostro prossimo. C’è il mistero della presenza di Dio, come il seme piccolo ha in se tutt’a la potenza della vita, in qualsiasi parola della Bibbia! A noi la scelta di essere terreno fertile ancor più di essere ascoltatori veri e autentici della Parola di Dio Padre che porta in se: forza, motivazioni, fede, nuovi modi di vedere la vita…, ma, ancor di più, porta la Presenza di Cristo seme, morto e risorto.
Chiediamo allo Spirito santo di “irrigare” la nostra vita! Chiediamo a Dio il coraggio r la costanza per un ascolto responsabile della sua Parola… Ascoltare con onestà perché c’è il rischio che l’idolatria di inserisca nella nostra fede esulando dalla Rivelazione. Non ignoriamo quindi la Presenza di Dio nella Sua Parola donata nel mondo, doniamoci spazi e tempi di lettura, di ascolto, di meditazione del testo Sacro da cui possiamo, come da uno scrigno antico, trarne cose antiche e energie nuove.

 

Leggi tutte le omelie del tempo di quaresima e di Pasqua 2020

 

_______________________________________________QUESTUA VIRTUALE

dopo la quarantena dovremo pagare le bollette dei consumi dei mesi invernali e altre spese parrocchiali inerenti al l’edificio e al culto.

image

_____________________________________________________________________

IN TEMPO DI EPIDEMIA AIUTIAMO CHI È IN DIFFICOLTÀ

image

Carissimi Parrocchiani,
in questo tempo così difficile molti di Voi mi chiedono come poter aiutare chi vive la difficoltà economica.
La parrocchia offre diverse possibilità:

Generi Alimentari:
Portare generi alimentari prendendo appuntamento con la Caritas attraverso il Whatsapp parrocchiale ovvero registrando il numero 0650610586 nei contatti e poi scriverci oppure inviare una mail caritas.santommaso@gmail.com

E’ attivo presso il Carrefour di Via Boezi un progetto di Spesa Solidale denominato ‘UN ALIMENTO IN SOSPESO’. Il carrello della spesa è interamente devoluto alla Caritas Parrocchiale.

Donazioni in denaro:

In parrocchia è attiva la Onlus San Tommaso che aiuta, oltre alle missioni, anche coloro che vivono temporaneamente difficoltà economiche. L’IBAN per donare è:

IT82 O056 9603 2180 00005721 X21
BANCA POPOLARE DI SONDRIO – SAN TOMMASO ONLUS – 163 ROMA – AG.18

___________________________________________________

 

 

Commenti Facebook
Commento

Nessun commento.

Solo utenti registrati possono commentare.

INFORMAZIONI
0650610586
CONTATTO WHATSAPP: 0650610586
Memorizza il numero della parrocchia e scrivici

La chiesa è aperta:
dalle 8 alle 12 e dalle 17 alle 19,30

La segreteria è aperta
mattina:
lunedì e venerdì dalle 10 alle 12
pomeriggio:
martedì e mercoledì dalle 17 alle 19

Raccolta e distribuzione abiti
alla vecchia chiesa:
sabato dalle 15 alle 17
Questua virtuale
Coronavirus
Funerali
Battesimi
Sanificazione Chiesa
EVENTI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: