Chi sono i Testimoni di Geova

I  TESTIMONI  DI  GEOVA

 

I Testimoni di Geova (in seguito chiamati, per brevità, tdG) appartengono, qui in Italia, alla Congregazione Cristiana dei TdG che deriva dalla Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati Inc. della Pennsylvania, la più grande società nel campo dell’editoria che esista al mondo.

 

Che sia la più grande è confermato dalle mega-stamperie che la società possiede in tutto il mondo -ed esibisce con orgoglio-, nonché dalla enorme massa di pubblicazioni che sforna, a getto continuo, in centinaia di milioni di esemplari e che hanno come tema il pensiero dell’organizzazione in campo religioso.

 

Fino a poco tempo addietro, queste pubblicazioni avevano un prezzo stabilito e chiaramente indicato:  i Proclamatori (= coloro che ci fermano per la strada o che bussano alle nostre porte) avevano l’impegno di acquistarne ogni volta una certa quantità che poi avrebbero dovuto rivendere o (come viene detto nel loro gergo) distribuire.

 

Oggi non viene indicato più un prezzo fisso; tuttavia ogni Proclamatore,  nell’approvvigionarsi della letteratura, è tenuto a mettere nell’apposita cassetta “un’offerta” che comunque copra il prezzo noto anche se non pubblicizzato, essendo consapevole che ‘Geova lo vede’. Pertanto per le pubblicazioni, anche se “distribuite gratuitamente”, in realtà alla Società Editrice entra un pagamento che a volte è ben superiore a quanto sarebbe dovuto: infatti, tra l’altro, le cassette non danno resto.

Ma chi sono i tdG? Sono, per la maggioranza, nostri fratelli Cristiani, Cattolici che hanno apostatato dalla loro fede d’origine per fare una scelta diversa, attirati spesso da una propaganda insistente o dal desiderio di far parte di un gruppo che si propone come elitario.

 

A volte sono spinti da un senso di rivalsa Controla Chiesa, i sacerdoti ed il Cristianesimo a causa di torti reali o presunti che ritengono di aver subito…e da ultimo, ma non ultimo, da una scarsa o nulla conoscenza della propria religione. Erano nostri fratelli e, malgrado tutto, rimangono nostri fratelli. Non siamo chiamati ad odiarli e nemmeno a giudicarli: possiamo e dobbiamo soltanto amarli e pregare il Signore che li aiuti a ravvedersi.

Già, ma quale Signore? Il Dio della Società Torre di Guardia si chiama Geova e vuole essere conosciuto con questo nome. A differenza del nostro Dio, che è il Dio-Amore, Geova viene fatto apparire come un Dio vendicativo e crudele che, a detta della Società Torre di Guardia, distruggerà ad Armaghedon tutti coloro che non sono i suoi Testimoni: uomini, donne e bambini…

 

Il loro sangue arriverà all’altezza del morso dei cavalli; “Il massacro in quel giorno fatidico sarà immenso… Uccelli d’ogni sorta e bestie del campo… contribuiranno a ripulire la terra dai numerosi cadaveri che giaceranno sul suolo come concime…” (è scritto nel loro libro ‘SICUREZZA’). Su oltre sei miliardi di esseri umani viventi, si salveranno solo i circa sei milioni di suoi seguaci.

Ma Signore, come inteso dai Cristiani, non sarebbe neanche Gesù che viene definito nel succitato libro “Maresciallo di campo di Geova e altrove, nel libro ‘IL PIU’ GRANDE UOMO’,…un dio (ma con l’ iniziale minuscola), Figlio di  Dio… nel senso di prima ‘creatura’ fatta direttamente da Geova e mai comunque Dio come il Padre.

Sarà interessante informare soprattutto quei “Cristiani” che considerano

pesante già il recarsi alla Messa una volta la settimana, che i tdG si devono recare nelle loro sale per cinque incontri la settimana per l’indottrinamento e, in più, hanno l’obbligo di andare per molte ore al mese, di casa in casa e nelle strade per ‘distribuire’ le pubblicazioni della società, quelle pubblicazioni che tutti loro devono prendere e pagare anticipatamente, senza rimborso né resa.

 

E di tutta questa attività, hanno l’obbligo di redigere un rapportino scritto, con l’indicazione delle ore impegnate nell’attività, delle persone incontrate, delle pubblicazioni cedute, delle visite fatte nelle case con descrizione particolareggiata e, se con esito positivo, l’impegno per le visite ulteriori…

 

Le principali differenze tra la nostra religione e l’insegnamento dei TdG? Possiamo darne soltanto una modestissima idea, poiché la tematica è vastissima. Non credono: nella Trinità; che il Figlio di Dio sia Dio come il Padre; nell’ esistenza dell’ anima; nei Sacramenti; nel Paradiso Celeste, nel Purgatorio e nell’ Inferno; nella Madonna e nei Santi; nei Miracoli; nella Presenza Reale di Gesù nell’ Eucaristia; nella salvezza di coloro che non appartengono all’Organizzazione…..

 

Rifiutano le trasfusioni di sangue, anche se in pericolo di vita, non solo per se stessi, ma per tutti quegli esseri umani che, non essendo in condizione di autogestirsi, dipendono dalle loro decisioni (vedi in particolare vecchi e bambini)…non festeggiano il Natale,la Pasqua, i compleanni, non votano…

 

In che cosa credono? Anche qui è possibile solo dare qualche indicazione sommaria: il ‘Nome Proprio’ di Dio sarebbe Geova (che è stato inserito  per oltre settemila volte nella loro traduzione della Bibbia -chiamata TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO-, alcune volte persino sostituendo il nome Geova alla parola Signore quando è riferita a Gesù!).

 

Credono in un futuro, nuovo paradiso terrestre; che solo 144.000 tra loro andranno in cielo; che Gesù avrebbe avuto fratelli e sorelle; che soltanto loro si salveranno essendo, a loro dire, gli unici, veri cristiani; che colui che é morto é stato assolto dal suo peccato; che quando si muore si va nel nulla; che ‘Geova ama i donatori allegri’ (e quindi sono chiamati ad onorare Geova con le loro cose di valore); che il nostro mondo o “sistema di cose” (ma non la terra, che dovrà tornare ad essere il paradiso terreastre) sarà distrutto prestissimo (a questo proposito hanno fatto molte profezie, fortunatamente sempre fallite: 1914, 1918, 1925, 1941, 1975, prima che arrivasse l’anno 2000, ecc.)…

 

Non bisogna fare immagini (ma tutte le loro pubblicazioni ne sono farcite!!!); non bisogna lasciar crescere la barba (ma le immagini degli angeli che appaiono nelle loro pubblicazioni sono tutte, indistintamente fornite di una folta barba nera); bisogna odiare con l’odio più puro (la santa qualità dell’odio) coloro che odiano Geova…..

 

Tutto quanto sopra é ricavato dalle loro pubblicazioni. Purtroppo, per mancanza di spazio, non è possibile informare più dettagliatamente e documentatamente, come vorremmo, su quanto abbiamo appena accennato.

 

Quando cerchiamo di dialogare con loro, il dialogo tende a diventare un monologo: infatti sono stati istruiti a ritenersi “maestri” e che quindi, mentre loro tendono ad insegnare, di contro ritengono di non aver nulla da imparare da noi in quanto apparterremmo a Babilonia la grande, l’impero della falsa religione.

 

Sono sempre pronti a sciorinare, all’occorrenza, quella manciata di versetti tratti dalla loro traduzione della Bibbia, imparati a memoria e che fanno un certo effetto a quelli, fra i loro interlocutori, che sono culturalmente indifesi, non avendo una preparazione specifica.

 

I tdG sono fortemente impegnati nell’opera di proselitismo che si industriano di mettere in atto in ogni modo.  Oltre i metodi più diffusi, come il fermare le persone in strada o il passare di casa in casa, seminano le loro riviste ovunque possano essere notate dalle persone: sale d’aspetto, mezzi  pubblici, cassette della posta ed altro; non pochi scorrono i necrologi dei giornali per poter contattare le persone colpite  da  un  lutto  per  informarle  che  prestissimo  potranno  riabbracciare  i  loro  cari  nel prossimo paradiso che ritornerà sulla terra…

 

Come comportarsi incontrandoli o quando bussano alla nostra porta? Poiché normalmente non abbiamo una conoscenza approfondita sugli argomenti che ci vogliono proporre, il miglior suggerimento che possiamo dare è di rispondere solamente, ‘No, grazie’. Ad ogni insistenza, qualunque cosa dicano, rispondere sempre ‘No, grazie’, gentilmente, serenamente, ma con fermezza: ‘No, grazie’!

 

Un altro modo di dissuaderli è quello di invitarli gentilmente a recitare insieme a noi una preghiera, preferibilmente l’ “Ave Maria”: potrete constatare l’efficacia di questo metodo da utilizzare con la massima carità cristiana.

 

Infatti ai tdG è stato insegnato che non debbono pregare con altri non appartenenti al loro credo e che non devono utilizzare ‘preghiere ripetitive’.  E, per loro, l’’Ave Maria, oltre ad essere indirizzata ad una semplice creatura, appartiene alle formule ripetitive.

 

Sconsigliamo coloro che non hanno una preparazione ADEGUATA in materia, di accettare incontri di dialogo che si risolverebbero inevitabilmente col far risaltare la nostra impreparazione specifica e rafforzebbero i nostri interlocutori (infatti agiscono sempre in coppia!) nella loro convinzione di essere maestri.

 

E non pensiamo di essere più furbi o, comunque, curiosi di provare, tanto a noi non potrà succedere niente, non siamo come gli altri! Potremmo ritrovarci, senza rendercene conto, in un’organizzazione che ci spinge ad apostatare dalla nostra fede, a tagliare ogni contatto con chiunque non dovesse condividere la nostra scelta (fossero pure amici, genitori, figli o coniuge) e, qualora dovessimo un giorno ravvederci ed uscire dall’organizzazione, trovarci abbandonati, rifiutati, ignorati da coloro con i quali, fino al giorno prima, avevamo condiviso la fratellanza ed il cibo.

 

Comunque, chi fosse interessato a questi argomenti è caldamente invitato a contattare i Gruppi Pi-Greco: confermiamo infatti che gli Operatori Pi-Greco sono sempre disponibili e gratuitamente per ricerche, informazioni ed incontri con chiunque possa essere interessato, sia per acquistare conoscenza, sia per cercare di risolvere quei problemi causati dalla scarsa conoscenza o dalla superficialità con cui si affrontano determinate realtà.

 

Gli Operatori Pi-Greco sono anche disponibili per tutti quei nostri fratelli tdG che desiderino essere informati in modo discreto, ma documentatamente su certe realtà tenute nascoste dalla loro Organizzazione: (Ci sono alcune cose che preferiamo non dire ai nuovi interessati: MANUALE, pag. 173) e che comunque siano aperti ad un dialogo serio, moderato e costruttivo.

 

Commenti Facebook
Commento

Nessun commento.

Solo utenti registrati possono commentare.

Newsletter

Inserisci la tua mail e verrai avvisato ogni qualvolta il nostro sito verrà aggiornato.

Unisciti a 45 altri iscritti

Archivio generale
Calendario
febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: