Testimonianze: Don Elia

don_elia

Mi chiamo Elia Del Prete, sono nato a Roma il 29-08-1985. Sono il quarto di sei figli, i miei genitori sono entrambi laureati in Architettura, mio padre ne esercita la professione mentre mia madre ha lasciato il lavoro per dedicarsi interamente alla famiglia. Sono cresciuto in un ambiente familiare cristiano nel quale i miei genitori mi hanno permesso di seguire gli studi di maturità classica e cominciare l’università di Architettura, poi interrotta per entrare in seminario, ma soprattutto mi hanno trasmesso la Fede, quale unico vero bene.  Grazie a questo, Dio ci ha concesso di accogliere la nascita dell’ultimo dei nostri fratelli, affetto da una sindrome di Down, come un regalo del Signore, attraverso il quale potessimo sperimentare la Sua presenza in casa nostra attraverso la malattia, ma soprattutto a me a permesso di sperimentare, attraverso il sostegno che dovevamo dare a nostro fratello per accudirlo, che la vera vita non viene dal cercare il piacere e il benessere per me stesso, ma viene nel donarsi gratuitamente agli altri. Con questa esperienza il Signore ha messo nel mio cuore il seme della vocazione al sacerdozio, che è maturato però solo all’età di 22 anni, prima dei quali consideravo di formare una famiglia. Pur frequentando la Chiesa, ho cercato sempre piccoli compromessi con il mondo, sentendone ancora molto forte l’attrattiva. Prima di accogliere questa chiamata che il Signore faceva alla mia vita, pensando che la mia strada fosse quella di formare una famiglia, ho cercato quale fosse la donna che Dio aveva pesato per me, ma dopo alcuni tentativi Dio mi ha mostrato come la mia strada era un’altra. Infatti nel frattempo questo seme di vocazione cresceva, e grazie alla testimonianza e all’aiuto di presbiteri, catechisti e della mia comunità Neocatecumenale di cui faccio parte, ho finalmente accolto la chiamata di Dio a lasciare tutto e a entrare in qualsiasi seminario Dio avesse pensato per me. Fu così che nell’ottobre del 2007 sono entrato nel seminario Redemptoris Mater di Roma, dove sono stato formato e dove ho avuto la grazia di sperimentare la gioia della missione donando al Signore i mesi estivi per evangelizzare e poi un anno e mezzo in una parrocchia di Marsiglia. Dopo questo lungo tempo di missione in Francia sono rientrato in seminario con la consapevolezza dell’enorme bisogno che c’è oggi di annunciare a tutti gli uomini il vangelo e la grande gioia che esso comporta. Durante questi 8 anni di seminario non sono mancati certo i periodi di crisi, e di sconforto, fino a considerare la Vocazione al sacerdozio come un peso insopportabile, ma con il tempo, con tanta pazienza e molto amore Dio mi ha mostrato l’enorme dono gratuito che stava per fare alla mia vita, la mia totale incapacità nel riceverlo e la sua infinita onnipotenza sulle mie infedeltà e sulla storia. In questo modo Dio ha rafforzato in me il desiderio di dedicare la mia vita al servizio della Chiesa per la maggior gloria di Dio e per la salvezza delle anime. Oggi vivo questa chiamata di Dio, chiedendogli ogni giorno la grazia di poter fare la Sua e non la mia volontà, cosi spendermi completamente per gli altri e trovare in questo dono totale la mia felicità, fino al giorno in cui finalmente ritornerò nella casa del Padre e potrò godere pienamente del Suo amore.

Commenti Facebook
Commento

Nessun commento.

Solo utenti registrati possono commentare.

Newsletter

Inserisci la tua mail e verrai avvisato ogni qualvolta il nostro sito verrà aggiornato.

Unisciti a 51 altri iscritti

Archivio generale
Calendario
novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: